top of page
  • Immagine del redattoreISCRA

Il potere dell'improvvisazione

Il 17 Giugno gli allievi del Corso di Specializzazione in Psicoterapia Sistemica e Relazionale della sede di Cesena si sono trovati alle 9 davanti al teatro Jolly & Voxel, insieme ai docenti Fabio & Beatrice Bassoli. Dopo una serie di telefonate era chiaro che il responsabile del teatro si era dimenticato della prenotazione e il gruppo avrebbe dovuto trovare un luogo alternativo per condurre il Laboratorio di Attività Espressive.


Di sabato e con 30 gradi, di certo non un'impresa facile! Qualcuno suggerisce l'idea della Rocca Malatestiana, luogo iconico di Cesena. Così, all'ombra delle mura possenti della rocca, Beatrice si apprestata ad improvvisare un tema nuovo per gli esercizi e le rappresentazioni di gruppo.


Ispirandosi alla location, il tema della giornata è diventato: “La fortezza dentro di noi”. Come sono le mura che abbiamo dentro di noi? Cosa cerchiamo di difendere? Come funziona per noi l’incontro con l’altro? Abbiamo un ponte levatoio? Qual è il nostro rapporto con la nostra rocca interiore?


Queste sono alcune delle testimonianze degli allievi:


Durante il laboratorio abbiamo sperimentato la possibilità di accedere alla nostra "fortezza" sia fisicamente, nella suggestiva cornice dilla Rocca Malatestiana, sia metaforicamente: "...ognuno di noi è un vento e, nel soffio, fa vedere la stagione che porta ancora senza bisogno di difesa."

(Rosa III anno)




Attraverso la messa in scena di rappresentazioni di assedio, attacco e difesa della fortezza, il gruppo é riuscito a riflettere e creare connessioni mediante le storie di ciascuno sulle fragilità da difendere, gli strumenti da difendere e le risorse da condividere: "...la vera fortezza non è nella prevaricazione e nell'abbattimento ma nell'accoglienza e nel fiorire insieme all'altro."

(Elena IV anno).

La formazione con Beatrice, tramite l'improvvisazione, ci fornisce ogni volta la possibilità di rimanere concentrati nel qui ed ora e contemporaneamente ci permette l'accesso ai ricordi e alle speranze, ciò consente di "sentire e percepire a pieno le emozioni ed il pensiero rendendo così l'esperienza rigenerante e nutriente, capace di fornire di energia."

(Alessandra I anno)


La forza di questa giornata è stata proprio la condivisione: di idee, visioni e progetti. (Federica III anno)


L'imprevisto ci ha portati alla Rocca ed è stato bello mettersi in esplorazione e approfittare del caso per vivere un'esperienza sapendo che sarà diversa dal previsto, e forse anche migliore.

(Michele IV anno)




135 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page